La A.S.D. FioreRosso nasce nel 2004 dall’idea di due praticanti di Kung Fu, Antonio Luciani e Simone Bonomo che dopo anni di esperienze nel campo delle arti marziali, e soprattutto grazie agli importanti insegnamenti del Maestro Maday Norbert (responsabile del metodo Leung Ting Wing Tsun Kung Fu nell’Europa dell’est), sentirono la necessità di cambiare nettamente la modalità di praticare ed interpretare il Kung Fu, Grazie alle conoscenze aprese attraverso gli insegnamenti del Maestro Maday Norbert e grazie alla loro rigorosa pratica presero coscienza di come forme ed esercizi in passato rappresentassero un insieme di abiltà e capacità che sezionavano lo spazio ed educavano il corpo a muoversi al suo interno attraverso un tema di lavoro. 

Gli insegnamenti appresi e la forte contaminazione del maestro Maday  resero ancor più chiaro come il concetto di tema di lavoro  in passato per alcuni maestri potesse essere di fondamentale importanza per preservare l'essenza del Kung Fu durante il corso della storia.

Questi vecchi maestri, artisti e cultori dello studio filosofico furono dei veri e propri artigiani del corpo e grandi espoloratori della mente, utilizzarono nomi di animali, fenomeni della natura ed altre manifestazioni simboliche cosi da poter interpretare, vivere e sentire profondamente la relazione uomo - natura attraverso un processo di continua interazione ed armonia tra mente, corpo e ambiente, al fine di maturare delle abilità  necessarie per la sopravvivenza evolutiva non soltanto nel combattimento.

 

Generarono cosi nel corso del tempo e della storia una scienza pragmatica come quella del combattimento unendo al suo interno scienze mediche ed arti filosofiche capici di far nascere una disciplina ed una condotta di vita da poter esser chiamata Arte Marziale, un' arte raffinata fondata sul  duro lavoro interno ed esterno..."il Kung Fu".

 

Questa ricerca fece comprendere anche come questi abili praticanti  nel corso della storia, con dedizione ed ingegno crearono dei trattati incisi sotto forma di codifiche motorie chiamate: forme ed esercizi a coppia (condizionati e liberi) e diedero loro nomi e significati spesso simbolici, al fine che lo stile non si limitasse ad un principio puramente tecnico per il raggiungimento meccanicistico di un movimento ma una stato profondo di un' idea o espressione che si manifestava attravero un' azione.

 

                                                                                                                                                                                                        

Questo servi da stimolo ad Antonio Luciani e Simone Bonomo per iniziare un duro percorso di ricerca e pratica secondo l’antico concetto della mappa del Wing Tsun Kung Fu infatti, divenendo allievi a porte chiuse di Maday Norbert, e con il tempo non essendo più legati a diplomi e gradi, fecero un ritorno ad una pratica più libera dove il praticante poteva dedicarsi solo e soltanto al suo addestramento ed all studio del Kung Fu assaporando sempre più la grande differenza tra metodo originale e origine dell'arte.

La continua dedizione al Kung Fu spinse Antonio Luciani ad elaborare un nuovo concetto di pratica da tramandare rispettando la vecchia tradizione della mappa del Wing Tsun Kung Fu ma rendendola contemporanea attraverso nuove idee di addestramento, associando in questo modo a forme, esercizi e sezioni di movimenti, come in passato, delle rappresentazioni interne per far comprendere meglio l' origine pratica di un esercizio ed il suo confine didattico nella pratica, ponendo sempre la massima attezione sulla diversità tra "confronto tecnico" e "scontro pratico".

 

 

Oggi FioreRosso, con passione ed impegno, si cerca di trasmettere e di far comprendere alle nuove generazioni di praticanti l’importanza della modalità di pratica del passato attraverso la costruzione di concetti attuali e moderni. La pratica e la formazione dei nostri allievi ed insegnanti è in continua evoluzione, ed il nostro impegno nella ricerca si estende in diversi settori ed  in varie e continue collaborazioni con osteopati, fisioterapisti, psicologi, e maestri di altre discipline ed altre arti marziali.



Con dedizione cerchiamo di portare avanti i nostri allievi ed i valori del Kung Fu, cercando di non fare archeologia marziale portando comunque rispetto alla tradizione ed ai maestri del passato. Attraverso la bellezza ed il sacrificio dell’allenamento inseguiamo la continua rigenerazione della dura pratica.   Con passione e senso del dovere desideriamo che le vecchie e nuove generazioni di praticanti possano trovare in FioreRosso un ininterrotto Kung Fu della radiosa primavera.


La tecnica è come la cima di una montagna coperta dalle nuvole, c’è ma non si vede    (Yip Man)

 

 

 

 

 



FioreRosso.org - Tutti i diritti riservati - Via Veneto 10, 00053 Civitavecchia - fiorerosso.cv@gmail.com